martedì 11 luglio 2017

RECENSIONE Oltre i limiti di Katie Mc Garry

Buongiorno cari readers!
Come ve la state cavando con questo caldo infernale? Qui sembra di essere nel deserto, afa e temperature altissime a non finire! Un bel fine settimana di fuoco insomma...aggiungerei frenetico perché sono alle prese con la vita matrimoniale e il rientro a lavoro! Ah le mie ferie come mi mancheranno, quanto manca a ferragosto?! Ma bando alle ciance qui c'è una recensione che attende da un mese, un bel libro letto prima di tutto il tram tram, Oltre i limiti.

OLTRE I LIMITI 
Serie Oltre i limiti #1 
di Katie Mc Garry
De Agostini 
Genere Young Adult 

Trama
Nessuno sa cosa sia successo a Echo Emerson, la ragazza più popolare della scuola, la notte in cui le sue braccia si sono ricoperte di cicatrici. Nemmeno lei ricorda niente, e tutto ciò che vuole è ritornare alla normalità, ignorando i pettegolezzi e le occhiate sospettose dei suoi ex-amici. Ma quando Noah Hutchins, il "bad boy" del quartiere irrompe nella sua vita con la sua giacca di pelle, i suoi modi da duro e la sua inspiegabile comprensione, il mondo di Echo cambia. All'apparenza i due non hanno nulla in comune, e i segreti che custodiscono rendono complicato il loro rapporto. Eppure, a dispetto di tutto, non riescono a fare a meno l'uno dell'altra. Dove li porterà l'attrazione che li consuma e cos'è disposta a rischiare Echo per l'unico ragazzo che potrebbe insegnarle di nuovo ad amare? 


Erano mesi che ripetevo a me stessa devo iniziare un libro della Mc Garry, perché tutti ne parlano bene e mi hanno incuriosito tanto e devi dire che questo libro sancisce l'inizio della lettura di tutti i suoi libri!

Echo sembra la classica adolescente uscita fuori da una serie TV americana, bella ed intelligente è circondata da decine di amici ed è tra le ragazze più popolari della scuola, ha un ragazzo bellissimo e la loro storia è invidiata da tutti. Ma c'è altro dietro questa facciata, c'è la perdita di un fratello in Afghanistan, una madre affetta da bipolarismo e un padre che si è risposato con la babysitter. Un giorno però qualcosa sconvolge la sua vita ma purtroppo l'unica cosa che le rimane e che ricorda sono delle profonde cicatrici e un grande punto interrogativo, nessuno vuol dirle nulla riguardo l'accaduto e a nulla sembrano servire le sedute con i vari psicologi.
Saranno queste sedute a permetterle di incontrare Noah, anche lui seguito dalla psicologa della scuola e anche lui segnato da un passato avverso, anche lui da bravo e popolare ragazzo cambia in un perfetto bad boy, dopo la morte improvvisa e tremenda dei suoi genitori viene spedito da una casa affidataria all'altra e non gli viene concesso di vedere e frequentare i suoi fratelli minori. I due si sosteranno a vicenda e insieme andranno appunto oltre i limiti e affronteranno insieme il dolore della perdita e del cambiamento.

“Beth aveva ragione e torto insieme. Echo non poteva fare del male a nessuno, soprattutto mentre sembrava tanto vulnerabile. Ma il bisogno che sentivo di essere l’unico a impedire che il mondo la distruggesse non faceva che confermare la teoria di Beth. Mi stavo innamorando di lei ed ero fottuto.”


I due personaggi sono ben scritti e ben riusciti e non ho davvero nulla da ridire a riguardo, insieme si completano e ringrazio i punti di vista alternati! Vorrei però soffermarmi sulla psicologa della scuola, la signora Collins, un personaggio perfetto, in mezzo al mare dei problemi che si hanno con gli affidamenti e le adozioni ci vorrebbero più persone come lei, li aiuta ad affrontare i loro demoni senza però essere invadente o esagerata, solitamente nei romanzi leggiamo sempre della parte cattiva della scuola e delle istituzioni mentre Oltre i limiti da speranza, ci ricorda che esistono molte persone che svolgono il loro lavoro con passione e devozione.

“Com’è che la vita mi fa una carognata ogni volta che qualcuno è fiero di me?»
«Perché crescere significa prendere decisioni difficili, e non è sempre piacevole fare la cosa giusta.”

Una storia toccante e commovente che ci mostra non solo il lato triste della vita ma che ci ricorda che possiamo andare sempre oltre i nostri limiti.

***
 Tre stelle 

3 commenti:

  1. Ciao Lucia,
    questo libro mi è piaciuto moltissimo *-* Che ricordi <3

    RispondiElimina
  2. Devo recuperarlo da una vita!! Spero di farcela prima o poi ❤️

    RispondiElimina
  3. CIao Lucia,
    bentornata!
    Io amo tantissimo questo libro tant'è vero che gli ho dato il giudizio pieno, mi fa piacere che ti sia piaciuto. Secondo me tra i suoi scritti, questo è il migliore. Sono daccordo con te, il personaggio della psicologa è importantissimo ed è un ottimo messaggio che lancia. Magari ci fossero più persone come lei..

    RispondiElimina

Se ti va lascia un segno del tuo passaggio, mi farebbe piacere sapere cosa pensi! ♥