martedì 3 gennaio 2017

RECENSIONE Spada di vetro di Victoria Aveyard

Buongiorno readers!
Torno a pieno regime sul blog con la prima recensione del 2017!
Ho trascorso il capodanno in compagnia di un libro molto particolare, Spada di vetro di Victoria Aveyard.

SPADA DI VETRO 
di Victoria Aveyard.
#2 Red Queen 
Editore Mondadori 
Genere Dispotico /fantasy

Trama
Il suo sangue è rosso – come quello della gente comune – ma lo straordinario potere di controllare i fulmini, che nessun Argenteo possiede, rende Mare Barrow un'arma sulla quale il Palazzo vorrebbe riuscire a mettere le mani. Tutta la corte la considera un'eccezione, ma non appena Mare riesce a sfuggire a Maven, il principe – e prima ancora l'amico – che l'ha tradita, scopre una verità sconvolgente: lei non è affatto un'eccezione. Perché di giovani Rossi e Argentei ne esistono molti altri.Inseguita da Maven, diventato un sovrano crudele e vendicativo, Mare fa di tutto per trovare e reclutare altri guerrieri Novisangue che si uniscano alla lotta dei ribelli contro il re oppressore. Nel farlo, però, entra in un territorio molto pericoloso, dove rischia di diventare proprio come i mostri che sta cercando di sconfiggere.Riuscirà a sopportare il peso delle vite che dovranno essere spezzate durante la ribellione? O la slealtà e il tradimento subiti l'avranno indurita per sempre?


Continua la fuga di Mare e i suoi compagni della Guardia Scarlatta, in questo secondo capitolo decidono di mettersi alla ricerca degli altri novisangue presenti nel regno, rossi con le abilità degli argentei. Mare farà di tutto per convincerli a combattere il loro nemico comune, il nuovo Re Maven che sta utilizzando tutti i mezzi in suo possesso per scovare Mare e suo fratello Cal. Maven è spietato e ha messo in atto una vera e propria tirannia fatta di esecuzioni in piazza e spargimenti di sangue sia rosso che argenteo.
Mare non è più l'ingenua Maarena pronta a fidarsi di tutti ciecamente, ma è pronta a combattere per portare a termine la sua missione ricordandosi sempre che Chiunque può tradire chiunque.

La prima parte di questo romanzo mi ha fatta davvero penare! L'ho trovata davvero molto lenta e ho fatto fatica a seguire la trama, alcuni capitoli mi sembrano sconnessi tra loro e non riuscivo a capire dove l'autrice volesse andare a finire. È una parte che si focalizza sull'introspezione dei personaggi in particolare al personaggio di Mare e alla sua evoluzione che ho trovato però monotona, continuiamo a leggere di quanto sia forte e combattiva ma senza una reale svolta e ricadendo purtroppo sempre negli stessi errori.


"Restare sola è la cosa che più mi spaventa. E allora perché faccio così? Perché respingo le persone a cui voglio più bene? Che cavolo c'è di sbagliato in me? 
Non lo so.
E non so come farlo sparire."

La ricerca dei novisangue inizialmente è stata ripetitiva e un po' noiosa ma fortunatamente c'è stato un punto di svolta in cui la storia ha preso un ritmo più incalzante e decisamente più avvincente. I continui avvenimenti mi hanno tenuta incollata alle pagine con lo stomaco in subbuglio fino ad arrivare al finale. Il finale merita davvero, ancora una volta rimaniamo con il cuore spezzato e con il dubbio di come finirà l'avventura della Guardia Scarlatta.
Non ho apprezzato la lentezza iniziale del racconto ma mi è piaciuto molto il percorso introspettivo che l'autrice ha intrapreso, leggere dei continui conflitti interiori di Mare mi ha fatto comprendere meglio il suo personaggio, se da una parte sente il peso della battaglia dall'altra se ne assume tutte le colpe e questo la tiene sempre in guardia influenzando le sue scelte.
Cal è una conferma, un uomo gentile, onesto e coraggioso, pronto ad accettare il prossimo e ad assumersi le proprie responsabilità, insomma occhi a cuoricino per lui *_*

"Lui abbassa lo sguardo. «L’amore rende ciechi."

Tra le new entry non posso non citare Shade, una vera scoperta! Solare e divertente è proprio ciò di cui il libro aveva bisogno!
Maven è un enigma, non riesco a capire come sia passato da essere il ragazzo gentile di cui Mare si fidava ad essere uno spietato tiranno senza alcuno scrupolo. Se inizialmente speravo in una sua redenzione adesso non so proprio come possa evolversi il suo personaggio.

Spada di vetro non mi ha entusiasmata molto e nonostante il finale avvincente ho preferito il capitolo precedente ma sono davvero curiosa di sapere quale sarà la conclusione.

6 commenti:

  1. Bellissmo post e blog molto interessante, lo sto sfogliando tutto! Ti seguo!
    http://marycosmesi.blogspot.it

    RispondiElimina
  2. La trama di questo romanzo sembra molto interessante, solo che ho letto che si tratta del secondo volume di una saga. Il primo qual è?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si Annamaria, è una trilogia e il primo si intitola Regina rossa mentre il terzo è ancora inedito :-)

      Elimina
  3. Io ne sono rimasta delusissima, davvero, non capisco come la serie abbia potuto affondare dalle meraviglie del primo libro (okay, non originalissimo, ma a me è piaciuto) a questo. Disagio. E tanta tanta delusione.
    Quindi condivido quello che hai detto nella tua recensione, compreso l'entusiasmo per Shade (piango malamente).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti non capisco cosa sia successo! Il primo mi ha catturata e l'ho letto in pochissimo tempo mentre leggere il secondo è stato tremendo, lento e non appassionante. Se non fosse stato per Shade e Cal avrei abbandonato tutto! Ovviamente mi associo al piango malamente :P

      Elimina

Se ti va lascia un segno del tuo passaggio, mi farebbe piacere sapere cosa pensi! ♥